Quale attrezzatura utilizzare per pulire un impianto fotovoltaico?

By | 14 marzo 2021

Spesso, si parla dei pannelli fotovoltaici come di qualcosa che non richiede manutenzione. In realtà, occorre ispezionare periodicamente i pannelli, e provvedere alla loro pulizia, sia ordinaria che straordinaria (ad es. in caso di neve). Infatti, anche in mancanza di eventi meteorologici particolari, essi tendono a ricoprirsi con il tempo di uno strato di polvere e di sporcizia varia, che ne abbassa le prestazioni. Occorre quindi procedere alla pulizia del vetro per rimuovere la polvere e i detriti che vi si accumulano. Nella maggior parte dei casi, però, tale pulizia si rende necessaria solo nei lunghi periodi secchi, quando non ci sono piogge ad effettuare in maniera del tutto naturale tale operazione. Per rimuovere lo strato di polvere e sporco, infatti, è sufficiente lavare il pannello – la mattina, quando non fa troppo caldo – con dell’acqua corrente, utilizzando un detergente debolmente alcalino / delicato.

Suggerisco una miscela concentrata e bilanciata, a schiuma controllata, di agenti bagnanti, tensioattivi, sali sequestranti ed emulsionanti. KYMAX UNIVERSAL-D è ideale per pulire e sgrassare superfici dure dove è possibile usare, in tutta sicurezza, uno sgrassante a base acquosa.

Mantenere un pannello fotovoltaico pulito è ben più che una questione di semplice maquillage: uno strato di polvere di 4 grammi per metro quadrato può abbattere la produzione elettrica del modulo del 40%, secondo uno studio condotto negli Stati Uniti dall’Università di Boston. Perciò un pannello sporco può rappresentare un problema, soprattutto per chi considera un impianto fotovoltaico un investimento e quindi si attende una determinata producibilità elettrica.

Polvere, fuliggine e pollini possono ridurre la capacità produttiva dei pannelli fotovoltaici fino al 20%.
Purtroppo la pioggia ed il vento non sono abbastanza potenti da pulire efficacemente i pannelli, che necessitano di regolare manutenzione per produrre costantemente un alto livello di energia. La pulizia dei pannelli fotovoltaici può essere delegata ad imprese esterne oppure può essere svolta in autonomia.

 

 

L’iSolar può essere utilizzato senza limitazioni: ovunque siano utilizzati sistemi a pannelli solari o fotovoltaici – aziende agricole, edifici commerciali, industrie o case – l’iSolar garantisce che l’energia solare venga sfruttata al massimo e nel migliore dei modi. Questo sistema di pulizia è necessario soprattutto dove i pannelli sono esposti alla polvere allo smog, ai gas di scarico, per esempio nelle aziende agricole la produttività dei pannelli solari è messa a repentaglio dalla polvere che si alza dai campi, e dalle esalazioni delle stalle. L’iSolar di Kärcher è la soluzione migliore e più economica sia per le aziende agricole sia per le aziende installatrici.

Le spazzole iSolar 400 ed iSolar 800 sono azionate dal getto d’acqua proveniente dall’idropulitrice che aiuta
a rimuovere lo sporco. Tuttavia, lo sporco viene eliminato solo dall’azione meccanica delle setole che sono
di nylon e non graffiano la superficie del modulo. Le spazzole iSolar 800/400 funzionano in bassa pressione –
eliminando tutti I rischi di danneggiamento del pannello. Le spazzole montano un robusto cuscinetto a sfera
che ne garantisce lunga durata.

 

 

Per info non esitare a contattarmi.

Dott. Riccardo Saraceno

TEL. 335347823

saracenozep@libero.it

Hai trovato interessante l'articolo? Condividi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *