Perchè l’alcol non è una buona idea per disinfettare la tua azienda, e nemmeno la candeggina.

By | 26 marzo 2020

L’odore dell’alcol risveglia diversi ricordi legati alla nostra infanzia.

Durante il prelievo del sangue l’infermiere era solito utilizzarlo imbevuto nell’ovatta per disinfettare il braccio e da allora la nostra mente lo ha sempre associato all’idea di pulito e assenza di germi.

Il ricordo “olfattivo” è molto più radicato nella memoria di quanto non lo sia il ricordo visivo.

Appena le persone si sono rese conto che la minaccia del COVID 19 era reale, è normale che la mente abbia suggerito loro immediatamente di procurarsi dell’alcol.

D’altronde è naturale, è un bene largamente accessibile anche nella grande distribuzione ad un prezzo davvero contenuto.

Questo lo era fino a qualche giorno fa quando ancora il problema COVID 19, sembrava “lontano” dalla nostra quotidianità. Da allora l’aumento incontrollato della domanda ha ridotto la disponibilità del prodotto e fatto aumentare i prezzi all’inverosimile.

Il prodotto in questione risulta efficace come disinfettante esclusivamente se utilizzato puro. Quindi, anche solo tralasciando l’attuale quotazione, sanificare un pavimento o una superficie di grosse dimensioni diventa veramente dispendioso.

La candeggina è un prodotto anch’esso molto utilizzato, per i motivi di cui sopra, tuttavia, sebbene risolva il problema della diluizione non è adatta alla sanificazione in ambienti di lavoro per questo motivo:

  • innesca corrosione su metallo (macchinari, carrelli elevatori, utensili, porte, saracinesche ecc.)
  • potrebbe causare dei fumi dannosi che andrebbero ad irritare mucose e vie respiratorie.
  • la candeggina contiene il 3% di ipoclorito, che non essendo stabile, può variare la sua concentrazione.

Non devono inoltre essere mescolate né all’acido cloridrico con cui sviluppano cloro che è tossico né all’ammoniaca con cui sviluppano clorammine, irritanti né all’etanolo, con cui sviluppano cloroformio. Poi… cosa resta sulle superfici e nell’aria che respiri? Sei sicuro di voler sostituire un rischio biologico (virus) con un rischio chimico? Prima di scegliere un’azienda per la disinfezione sincerati bene del prodotto utilizzato. Il cloro va bene esclusivamente per la pulizia (con risciacquo) dei pavimenti. Non va bene nebulizzarlo.

Per tutti questi motivi preferisco sconsigliare la candeggina per sanificare gli ambienti di lavoro, ma credo, che in situazioni circoscritte dove si lavora con superfici “resistenti” posso consigliare l’impiego di cloro in pastiglie (molto più economico). 1 pastiglia di 3 gr di cloro costa circa 10 cent. ed equivale ad 1 lt di candeggina.

In tal senso ti consiglio di consultare questo articolo scritto in precedenza > LEGGI ARTICOLO

Oltre a queste indicazioni vi sconsiglio anche di creare dei prodotti “fatti in casa”, mischiando vari ingredienti :

“C’è un boom di intossicazioni da disinfettanti”: l’ospedale Niguarda di Milano mette in guardia

Su vari blog sono spuntate anche “ricette” per creare in casa i gel disinfettanti. Questo ha spinto centinaia di massaie a creare in casa soluzioni galeniche senza avere dimestichezza con le procedure di preparazione. Il confezionamento di sostenze senza etichetta è anch’esso molto rischioso perchè i più piccoli potrebbero berne il contenuto.

Disinfettanti fatti in casa: boom di intossicazioni, soprattutto nei bambini

Si sprecano altre notizie di laboratori abusivi pronti a “smerciare”  disinfettante attraverso vari canali di distribuzione. In queste fabbriche improvvisate, non solo non vengono rispettate le minime condizioni di sicurezza, ma nemmeno quelle di preparazione. Correte il rischio di acquistare un prodotto che fa più male del problema che deve andare a risolvere. Piuttosto di utilizzare prodotti non certificati meglio ancora non usarne affatto!

 

Esistono prodotti specifici per la pulizia e la sanificazione AZIENDALE.

Prodotti efficaci all’1% di diluizione con schede di sicurezza a norma e dichiarazione di efficacia scritta contro il COVID 19.

Per una consulenza personalizzata, che metta a punto una strategia efficace, economica e sicura di sanificazione, non esitare a contattarmi.

 

Dott. Riccardo Saraceno

Tecnico Prodotti Chimici e Attrezzature per la produzione e la manutenzione industrialte

tel. 335347823 saracenozep@libero.it

 

 

Hai trovato interessante l'articolo? Condividi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *