Pulizia pezzi meccanici in ottone e rame. Stop pezzi opachi o sporchi con decapaggio e sgrassatura in un’unica operazione.

By | 17 maggio 2018

 

La produzione minuterie metalliche di precisione conto terzi, per aziende di molti settori tra i quali il settore elettronico ed elettrotecnico, il settore dei mezzi di trasportoautomotivepneumaticaoleodinamica, idraulica e medicale è un  settore discretamente sviluppato.

Viene inoltre impiegato nella produzione di oggetti che vengono toccati di frequente (come rubinetti, maniglie e corrimano), perché materiale antibatterico.

In genere si distinguono tra ottoni binari, costituiti solo da rame e zinco, ottoni ternari in cui è presente un terzo elemento in lega e ottoni quaternari, in cui sono presenti altri elementi chimici.

Noto come metallo “dorato” in realtà la sua colorazione può variare in base alla miscela di metalli che lo compongono e al livello o tipo di ossidazione ( essendo infatti una lega di rame, come il bronzo, anche l’ottone è soggetto a ossidazione).

 

Terminata la fase di produzione, è necessario pulire i pezzi meccanici dall’olio di lavorazione che può essere emulsionabile o (nella maggior parte dei casi) olio intero.

A questo punto si potrebbe avere la necessità di rimuovere quest’olio e contemporaneamente eseguire una brillantatura/decapaggio, in modo tale da fornire una finitura più brillante e prevenire le macchie e proteggere dall’ossidazione l’ottone.

L’ossidazione può alterare la colorazione e far macchiare i pezzi ed è perciò necessario provocare un ‘ azione protettiva con un prodotto specifico che è in grado anche di mantenere la superficie trattata per lungo tempo passivata e protetta dall’ossidazione.

 

La brillantatura può essere eseguita attraverso un’immersione nel prodotto passivante, oppure, per velocizzare l’asportazione di residui indesiderati (olio e pulviscolo) è possibile procedere con una macchina ad ultrasuoni.

Per chi volesse approfondire il funzionamento di una lavapezzi ad ultrasuoni è possibile leggere l’articolo ad essa dedicato:

LEGGI ARTICOLO

Nel caso specifico si parlava di pulizia di residui di vernici, ma si presta ottimamente anche alla passivazione, enfatizzando moltissimo l’azione del prodotto.

macchina lavapezzi ultrasuoni minuterie metalliche in ottone

Le macchine lavapezzi ad ultrasuoni sono personalizzabili, e disponibili in tantissime dimensioni diverse, e nel caso delle minuterie solitamente vengono impiegate delle macchine di piccole dimensioni.

Nulla vieta di impiegare macchine di lavaggio differenti, a seconda della dimensione dei pezzi in bronzo o ottone di diverse dimensioni.

 

Il prodotto di cui vi ho anticipato, è di una tipologia molto innovativa e ora vi spiego le peculiarità.

In una sola azione , agisce come detergente, brillantante e cura la lavastoviglie. La formula acida con tensioattivi e stabilizzanti assicura un risultato splendente sui e una macchina sempre pulita. Prodotto a base di ossigeno, ottimo anche sulle macchie più ostinate.

 

AZIONE BRILLANTANTE E PREVENTIVA DI INCROSTAZIONI

Ha una base acida: indispensabile per la passivazione (brillantatura) e previene il deposito di calcare o soda caustica (presente nei normali prodotti di lavaggio) mantenendo sempre pulita la macchina lava-pezzi.

Se presente del calcare (per qualsiasi motivo) lo rimuove.

 

AZIONE SGRASSANTE:

Contiene tensioattivi e sequestranti, che non provocano schiuma, mantenendo efficiente il lavaggio e molto energico sui depositi di olio di lavorazione, unto, grasso e polvere.

Il pezzo rimane pulito e brillante.

 

AZIONE SANIFICANTE:

L’ottone viene molto utilizzato per costruire tutti quei supporti che in un modo o nell’altro entrano a contatto con la persona. Rubinetteria o valvole per l’acqua sanitaria, medicale e trasporti. Il prodotto sanifica grazie alla presenza dell’ossigeno attivo.

 

 

Quì possiamo ammirare il risultato di un pezzo in rame molto sporco ed ossidato, completamente ripristinato. Il prodotto agisce sia come trattamento “passivante”, sia come pulitore/sgrassante e disincrostante una volta che il pezzo è rovinato.

Ovviamente è caldamente consigliabile utilizzarlo a scopi preventivi come sgrassante post lavorazione, nonostante, all’evenienza si presti anche come ripristinatore.

Per una consulenza personalizzata, come al solito, resto  disposizione.

Dott. Riccardo Saracento

Tecnico Commerciale Prodotti Chimici Industriali

tel. 335347823

saracenozep@libero.it

Hai trovato interessante l'articolo? Condividi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *