IL GRANDE E VARIEGATO MONDO DELL’OLIO IDRAULICO. COME ORIENTARSI NEL MERCATO DEI PIAZZISTI A BUON MERCATO.

By | 31 gennaio 2018

Forse non lo sapevi ma oltre all’ISO VG e al prezzo c’è dell’altro.

Il settore oleodinamico è in forte espansione a livello mondiale grazie alla sua grande capacità di gestire notevoli potenze tramite componentistica di dimensioni e pesi ridotti rispetto a tecnologie alternative.

L’Italia occupa un ruolo di punta nel mercato europeo ed è tra i primi 5 produttori mondiali di componenti oleodinamici.

Nella tipica applicazione oleodinamica, la portata d’olio generata da una pompa all’interno di un circuito oleodinamico viene utilizzata per muovere un martinetto o un motore idraulico a seconda che l’effetto meccanico desiderato (forza o movimento) sia lineare o rotatorio.

Il fluido idraulico è il mezzo di trasporto dell’energia in un impianto oleodinamico. Il fluido idraulico più diffuso è quello minerale, ma ne esistono anche di tipo vegetale o sintetico.

Scegliere un buon fluido idraulico per la propria macchina è una scelta importante. Infatti, i lubrificanti che possiedono caratteristiche anticorrosive e di protezione e sono realizzati con l’utilizzo di additivi di qualità consentono di proteggere il circuito oleodinamico riducendo gli interventi di manutenzione e il rischio di guasti.

Gli unici due parametri che vengono tenuti in considerazione da un acquirente sono solitamente il prezzo e il grado ISO VG, una classificazione molto usata per gli oli industriali , ogni grado è un intervallo di diffusività cinematica  a 40 °C . Valori più alti corrispondono a viscosità più elevate.

Peccato che un olio di scarsa qualità, di base magari rigenerata, avrà un ISO VG poco stabile al variare della temperatura (anche pochi gradi). Quindi è sempre importante capire che cosa si sta acquistando e non confondere MELE con PERE.

Oli idraulici “poveri” possono causare corrosione, schiuma o otturazione dei filtri (causata dallo zinco che viene utilizzato come additivo).

Personalmente consiglio sempre di acquistare un OLIO PREMIUM QUALITY, cioè ad ALTO INDICE DI VISCOSITA’. I soldi risparmiati, acquistando un olio a buon mercato, saranno di magra consolazione quando occorrerà effettuare interventi di manutenzione frequenti o avere a che fare con perdite continue (anche pericolose per il rischio di scivolamento).

OLIO AD ALTO INDICE DI VISCOSITA’, VANTAGGI:

-Buona stabilità agli sforzi. Mantiene le caratteristiche di viscosità per lunghi periodi di tempo

-Basso punto di scorrimento che garantisce una buona fluidità a bassa temperatura

-Elevate prestazioni e un funzionamento affidabile che deriva dal rapido rilascio di aria, ottimo controllo dello schiumeggiamento, del rilascio di aria e dell’acqua.

-Eccezionale protezione dalla corrosione che riduce l’effetto negativo della umidità dei componenti dei sistemi

-Buona stabilità termico ossidativa che riduce i depositi e migliora le prestazioni delle valvole.

L’olio è un bene prezioso ed è importante prolungare la sua vita il più possibile (lo dico a mio discapito considerato che lo vendo) ed è possibile recuperarlo da macchine “ferme” o in manutenzione, filtrarlo, e riutilizzarlo.

A titolo di esempio, la  silice, presente nell’ambiente nella forma di sabbia o polvere, il  metallo brillante originate dall’usura interna al sistema, la  ruggine e le  fibre generate da carta e stracci di pulizia in ambiente industriale, possono inquinare il fluido e alterarne le caratteristiche.

L’effetto deleterio degli agenti contaminanti solidi è rappresentato essenzialmente dall’ usura da abrasione, che logora i componenti e produce, in un effetto a catena, altre particelle contaminanti.

Un altro agente contaminante è l’ acqua, che può comparire all’interno del circuito idraulico in ambienti soggetti a forti sbalzi termici o causa di rotture di impianti di raffreddamento a liquido presenti nell’impianto.

La soluzione è un’unità mobile di travaso e filtraggio che si propone come attrezzatura ideale per decontaminare l’olio da particelle inquinanti. Dotato di pompa volumetrica, a funzionamento continuo, che aspira il fluido inviandolo ad un filtro a cartuccia ad alta capacità filtrante. Manometro per il controllo dell’intasamento del filtro. Supporto carrellato. Rumorosità minore di 70 dB. Filtro a cartuccia intercambiabile con testata. Viene fornita di serie una cartuccia di ricambio.

Per una consulenza gratuita non esitare a contattarmi.

Dott. Riccardo Saraceno

TEL. 335347823

saracenozep@libero.it

Hai trovato interessante l'articolo? Condividi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *